Attenzione!
In riferimento alle recenti misure straordinarie ed urgenti attivate dal Governo per contenere il rischio di contagio, e come chiarito tramite nota esplicativa del (Dpcm 8 marzo 2020),“le limitazioni introdotte non vietano gli spostamenti per comprovati motivi di lavoro, lasciando libera circolazione alle merci”. Siamo con la presente ad informare che la nostra sede è regolarmente aperta sia uffici che magazzino, le nostre spedizioni continueranno regolari su tutto il territorio nazionale
Precisiamo altresì che tutti i nostri operatori sono stati tempestivamente informati e invitati ad attenersi scrupolosamente alle misure di prevenzione indicate dal Ministero della Salute e OMS già dalla prima ordinanza del 23/02.
Guida alla scelta

Guida alla scelta degli elettrodomestici da incasso
Piani cottura - Cosa conoscere

Il primo passo per l'utente è scegliere le dimensioni del piano di cottura in funzione alle esigenze estetiche e funzionali della propria cucina.
Nel catalogo Candy sono presenti diverse dimensioni di piani di cottura ed in particolare:


1. Piani cottura da 30 cm.

Elementi modulari che consentono libertà di accostamento secondo le proprie esigenze. Gli elementi sono accostati grazie ad un kit di giunzione (listello inox) acquistabile a parte.

2. Piani cottura da 60 cm.

E' la dimensione standard utilizzata nelle cucine tradizionali; sul piano sono dislocati in genere quattro elementi riscaldanti (bruciatori o piastra elettrica). Si possono avere modelli con comandi frontali oppure laterali per soddisfare ogni esigenza.

3. Piani cottura da 70/75 cm.

La maggior estensione della zona fuochi rende questi modelli adatti ad un utilizzo professionale. Sono previsti in genere 5 elementi riscaldanti che consentono un utilizzo ottimale a seconda delle esigenze di cottura.

4. Piani cottura da 90 cm.

Come i piani da 70 cm, questi modelli offrono una maggiore flessibilità d'utilizzo degli elementi riscaldanti per una cucina professionale accostata ad una ancor maggiore estensione del ricoprimento esterno. Sono previsti in genere cinque elementi riscaldanti (bruciatori a gas o piastra elettrica).

5. Piani cottura in vetroceramica elettrici

Consistono in una superficie in vetro perfettamente liscia sotto la quale sono disposti gli elementi riscaldanti. Le zone di cottura possono essere:

Zone di cottura alogene.
Con tempi di riscaldamento rapidissimi.

Zone di cottura high-light.
É preferibile utilizzare il fornello radiante per la cottura a fuoco lento.

I piani in vetroceramica
Offrono altre possibilità di risparmiare energia:
per la cottura a fuoco lento, ad esempio, è sufficiente spostare le pentole ai limiti della zona di cottura, che potrà essere utilizzata per la preparazione di un'altra pietanza, come si faceva un tempo nelle cucine economiche, oppure sfruttare il calore che rimane per un certo periodo anche dopo aver spento il piano.
Questo tipo di piano di cottura è conforme alla direttiva CEE 82/499 relativa alla soppressione delle interferenze radio-elettriche.

Spie di calore residuo.
Si accendono quando il fornello corrispondente è caldo. Le spie non si spengono riportando la manopola sullo zero, ma non appena la temperatura del fornello è scesa.

6. Piani cottura a gas

I piani cottura sono disponibili in acciaio inossidabile o smaltati, oppure in cristallo temperato.
La scelta di un materiale piuttosto che un altro è ormai un fatto puramente estetico, poiché dal punto di vista delle funzionalità, delle prestazioni, della robustezza e durata nel tempo, e della facilità di manutenzione, tutti i materiali utilizzati offrono le più elevate garanzie. In particolare:

Acciaio Inox
É stampato da un unico blocco di lamiera, senza giunzioni.
è un materiale che presenta diversi vantaggi: è molto resistente a tutti gli agenti esterni come acidi e agenti chimici; è estremamente facile da pulire; grazie alle sue qualità estetiche, valorizza il design delle apparecchiature e si integra perfettamente in qualsiasi ambiente.

Lamiera smaltata
É il materiale tradizionalmente utilizzato ed è disponibile in una grande varietà di colori e finiture che ne permettono un inserimento armonico in qualsiasi contesto.

Cristallo temperato
Si ottiene sottoponendo la massa vetrosa semifusa a un brusco raffreddamento, che rende il materiale estremamente resistente, inoltre è completamente liscio e quindi facile da pulire.


7. Metano o GPL

Tutti i piani cottura a gas sono predisposti in fabbrica per il funzionamento a Gas Metano.
Per l'installazione a gas GPL a corredo del piano è fornito un set di appositi ugelli che devono essere sostituiti da un installatore autorizzato.

8. Bruciatori con funzionamento a gas
I bruciatori a gas sono alimentati da una ben dosata miscela di aria e di gas.
Consentono la distribuzione uniforme del calore sul fondo della pentola e la massima precisione della regolazione della fiamma. Accanto ai bruciatori con potenze standard, ausiliari (bassa potenza), semirapidi (media potenza) e rapidi (alta potenza) ne può essere adottato uno con una potenza maggiore (ultrarapido).
Questo bruciatore garantisce una grande efficacia: i tempi di riscaldamento vengono infatti ridotti drasticamente e la cottura risulta molto più rapida ed uniforme, riducendo contemporaneamente i consumi.
Tra le zone di cottura speciale, il bruciatore a doppia corona, tripla ed anche quadrupla corona, è una soluzione che permette di ottenere risultati paragonabili a quelli delle cucine professionali: questi bruciatori sono in grado di sviluppare potenze molto superiori ai bruciatori tradizionali tali da garantire cotture molto più rapide, in quanto il calore viene distribuito più uniformemente.

Lo speciale bruciatore per pesciera è di forma ovale e si adatta perfettamente ai tegami da pesce e permette di ottenere i migliori risultati di cottura.


9. Le piastre elettriche
La piastra elettrica è una superficie circolare in ghisa che viene riscaldata da resistenze elettriche.
É ideale per cucinare soprattutto gli alimenti che necessitano di cotture a fuoco basso, come salse, caffè, creme. É inoltre da considerare come ottimo sostituto in caso venga a mancare il gas.
Dato l'impatto ambientale della piastra un buon modo per ridurre i consumi di energia elettrica è quello di spegnere la piastra prima dello scadere del tempo di cottura, poiché il calore residuo è sufficiente per terminare la cottura.

10. Le griglie

Le griglie adottate sui piani da cottura sono studiate per garantire assoluta stabilità. Tutte le griglie dei piani cottura Candy sono lavabili in lavastoviglie.

Le griglie in ghisa
In dotazione ad alcuni modelli, sono le stesse utilizzate nelle cucine professionali perché questo materiale garantisceun'ottima resistenza alle temperature più alte, una lunga durata nel tempo, una migliore trasmissione del calore e quindi il pieno utilizzo del calore prodotto dai bruciatori, senza sprechi né dispersioni.
Sono indeformabili e non cambiano colore con l'andare del tempo e con le sollecitudini del calore.
Alcune griglie sono dotate di gommini che ne favoriscono ulteriormente la stabilità ed evitano il rischio di graffiare il piano.


11. L'accensione elettronica

Accensione a tasto
Accensione utilizzata prevalentemente nei modelli standard tradizionali.

Accensione sottomanopola
Per migliorare la facilità di accensione dei bruciatori, il comando di accensione elettronica è stato completamente integrato nella manopola di regolazione della fiamma.


12. I coperchi
Sono in cristallo temperato e possono essere acquistati come accessorio presso i Rivenditori Autorizzati o i Centri di Assistenza Tecnica Gias.
Sono facilissimi da montare, grazie agli innesti rapidi sulla placca del piano.
Si raccomanda di evitare di chiudere il coperchio quando i fuochi sono ancora caldi.

13. Vano d'incasso

Le dimensioni del vano incasso dei piani da cottura da 60 o 75 cm sono le medesime (560 x 480 mm) ciò consente di potere sostituire un piano tradizionale con uno di maggiori dimensioni senza dovere modificare il piano di lavoro.